Chiari Blues Festival 2018 - Chiari (BS)

Martedì 10 e mercoledì 11 luglio - Chiari, Parco Villa Mazzotti - Viale Mazzini 39

L’ASSOCIAZIONE ADMR (Amici per la Diffusione della Musica Rock – Chiari (BS) )
con il patrocinio del Comune di Chiari
presenta:

CHIARI BLUES FESTIVAL – Martedì 10 e Mercoledì 11 luglio 2018
Parco Villa Mazzotti, Viale Mazzini, 39, Chiari (BS)

Martedì 10 Luglio 2018
ore 19.30
Pispy Sugar
ore 20.30
Verdecane
ore 21.30
JOHN HIATT & THE GONERS FEAT. SONNY LANDRETH

A tre anni dal suo show milanese, il cantautore americano John Hiatt torna in Italia per un’unica imperdibile data con The Goners feat. Sonny Landreth. L’appuntamento è martedì 10 luglio alla Villa Mazzotti di Chiari (BS) nell’ambito del Chiari Blues Festival. I biglietti sono disponibili sui circuiti ufficiali Vivaticket e Ticketone; diffidate dai canali di vendita non ufficiali. Cantautore, pianista e chitarrista, John Hiatt è uno dei più longevi, influenti e rispettati musicisti, le cui canzoni sono state riprese da mostri sacri del panorama musicale internazionale come Bob Dylan, Eric Clapton, Iggy Pop, Joe Cocker e Bonnie Raitt. Nel corso della sua carriera ha suonato diversi stili musicali, tra cui new wave e country ed è stato nominato al Grammy Awards innumerevoli volte. Terms Of My Surrender è il ventiduesimo album in studio negli oltre quarant’anni di carriera di Hiatt. Prodotto dal suo storico collaboratore Doug Lancio, il disco ha raggiunto la quarta posizione della classifica US Folk Albums e ha ottenuto due nominations ai Grammy Awards 2014.


Posto numerato: € 40,00 + prev.
Posto non numerato: € 35,00 + prev.

Mercoledì 11 luglio
ore 19.30 Gae Manfredini Project
ore 20.30
Ferra Saiu & Alfonsi GUITAR TRIO
Bebo Ferra – chitarra classica
Francesco Saiu – chitarra classica
Peo Alfonsi – chitarra classica
ore 21.30
Mike Zito

La casa di un vero musicista non è uno studio alla moda né uno sfavillante party in un hotel a 5 stelle ma è la strada, e se Mike Zito, vincitore di numerosi Blues Music Award, avesse un dollaro per ogni miglio d’asfalto bruciato dalla sua prima apparizione nei primi anni 90, avrebbe ora messo da parte un grossa somma. “C’è qualcosa in me che hanno tutti i musicisti, devi amare la strada che è parte di questo mondo. Tu sei lì, guardi le persone negli occhi, ti scambi storie, stringi le mani…”
C’è un indiscutibile fascino nella vita in movimento, un’infinita magia nel momento in cui si spengono le luci nelle case, il boato della folla emerge e le ombre avanzano sul palco. Per Mike, che ha iniziato nel circuito del midwest a diciotto anni, e da lì ha attraversato più di venti nazioni come chitarrista con i Brotherhood, questo è il momento in cui le cose diventano serie. “Nella mia band, the Wheel, se non sei ancora con noi, è meglio che tu salga a bordo” sorride “Perché altrimenti ti sbattiamo fuori!”
Realizzato nell’Agosto 2014 negli Usa, come l’ultima arrivato della serie di premi vinti dalla Ruf Records, Songs from the Road è un doppio disco che cattura Mike al suo meglio nella sua casa di adozione. “ Questo DVD e live album sono stati registrati il 10 gennaio 2014 al Dosey Doe di Woodlands, davanti ad un sold-out di pazzi texani”
Molto sincero, se chiedi a Mike della sua storia lui ti racconterà la vera e cruda verità: “cresciuto in povertà a St. Louis, in una famiglia di operai dove il padre lavorava 40 ore alla settimana al birrificio locale. Lavora per dieci anni al negozio di strumenti in periferia sotto la tutela di un anziano impiegato venendo a contatto con grandi artisti come B.B. King, the Allmans ed Eric Clapton (nonchè Joe Pass, Robert Johnson e Blind Willie Johnson), e racconta di essere stato licenziato dalle prime cover band per essersi rifiutato di imitarne gli assoli”, nel 1997 realizza l’album del debutto Blue Room “La prima volta che ti ascolti, pensi, Wow questo suona proprio come musica!”
Mike sboccia sia come uomo che come musicista e, nel 2014, si riflette in una serie di emozionanti album, più due in studio universalmente riconosciuti con i Brotherhood. “Tutto si è risolto e non posso che esserne molto grato!” “Gone to Texas è un vecchio – slang – usato dall’uomo per esprimere la sua separazione da casa, Ora mia moglie non può che essere di più di questo.”


Posto Unico 20 euro + prev.
Per info e prenotazioni: www.admr-chiari.it

ABBONAMENTO SPECIALE 2 SERATE A 50 EURO
Info: 3493589244 maurizio.mazzotti61@gmail.com
biglietti disponibili anche sul circuito http://www.ticketone.it/